Sponsorizzato da LOGO Medias Italia

Acquario di Cala Gonone: un piccolo paradiso sul Golfo di Orosei

Gioiello architettonico affacciato sul Golfo di Orosei, l'Acquario di Cala Gonone ha un forte intento didattico e da anni s’impegna nella divulgazione dei temi legati alla tutela dell'ecosistema marino, delle biodiversità e del consumo sostenibile (accogliendo ospiti animali davvero molto particolari).

Circondato da ulivi secolari e incorniciato dalla macchia mediterranea, L'Acquario di Cala Gonone (autentico gioiello dell’architettura moderna, realizzato su un progetto di Peter Chermayeff e Sebastiano Gaias)  si affaccia sul Golfo di Orosei ed è un vero e proprio paradiso tanto per gli animali che ospita quanto per i quasi 60mila visitatori che accoglie ogni anno.

«L’idea di questa struttura – spiega il direttore Flavio Gagliardi - risale alla fine degli anni ’80 quando, in un periodo di grande fermento turistico e di enorme interesse per questa zona della Sardegna, si decise di creare un centro didattico composto complessivamente da quattro vasche». Questo primo progetto, firmato dall’architetto statunitense - autore tra l’altro dei progetti dell'Acquario di Boston, Osaka, Lisbona e Genova - venne poi rielaborato nei primi anni del 2000 e portò alla costruzione della struttura attuale, inaugurata nel luglio 2010 con le sue attuali 25 vasche.

«Il percorso espositivo che proponiamo è ricco – continua Gagliardi - e, su una superficie complessiva di quasi 1500 metri quadrati, accanto a una piccola “divagazione” alla scoperta degli abitanti del mare e dell’acqua dolce acqua tropicale (con una vasca di piranha), abbiamo focalizzato l’attenzione in particolare sull’ecosistema marino della Sardegna». L’obiettivo dichiarato, d’altra parte, è da un lato quello di raccontare il territorio e, dall’altro lato, quello di divulgare temi legati alla tutela delle biodiversità e del consumo sostenibile. Quest’Acquario green, che utilizza materiali di riciclo e sistemi a basso consumo energetico, è infatti anche un giardino zoologico e - riconosciuto dal Ministero dell'Ambiente come struttura con alto livello di benessere animale – conta tra i suoi ospiti due animali in difficoltà, Ugo - una tartaruga Caretta caretta, rimasto cieco in seguito ad uno spiaggiamento dovuto all'ingestione di rifiuti - e Rosa Fumetta, un esemplare di volpe vittima di incendio boschivo nella zona dell’oristanese. «Il nostro – continua il direttore della struttura – è anche, e soprattutto, un lavoro di sensibilizzazione verso i problemi ambientali e gli animali che vengono da situazioni difficili e trovano qui una nuova casa accogliente, diventano i nostri testimonial».


Foto


E non solo. Oltre alla visita delle vasche e della struttura, infatti, l’Acquario – che affida il suo lavoro quotidiano alla professionalità di uno staff per il 90% femminile - offre anche la possibilità di praticare snorkeling partendo dalle spiagge di Cala Gonone per, spiega ancora Gagliardi, «permettere ai visitatori di contestualizzare l’acquario con il territorio comprendendolo appieno perché, dopo aver visto gli animali nelle vasche, è più semplice riconoscerli quando li si incontra nel loro habitat». L’Acquario riaprirà dopo la pausa invernale il 30 di marzo e, conclude il direttore, non mancheranno le novità, con l’introduzione di nuove specie come i camaleonti e le tartarughe dal guscio molle e focus tematici sulle specie aliene, mentre «quello che nemmeno nell’estate 2019 cambierà sarà la nostra volontà di insegnare i valori della biodiversità e l’importanza di rispettare l’immensa bellezza che ci circonda».

Insomma, una bellezza unica e tante riflessioni importanti: un mix rilassante ed educativo che merita la visita.

Contatti

Acquario di Cala Gonone
Via La Favorita, 08022 Cala Gonone - Dorgali (NU)
Telefono: 0784.920052
E-mail: info@acquariocalagonone.it
Sito web: www.acquariocalagonone.it
Facebook: www.facebook.com/AcquarioCalaGonone

Sponsorizzato da LOGO Medias Italia