Cerwood, il primo e più grande parco avventura in Italia

Nel cuore del Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, a Cervarezza, 10 ettari di verde nel quale divertirsi a contatto con la natura. L’area creata nel 2003 da Ivano Coli propone ben 27 percorsi sugli alberi di cui 11 adatti ai bambini, un’area dedicata ai giochi, alle attività e ai percorsi con all’interno un bar ristorante e un centro di educazione ambientale 

È il primo e il più grande parco avventura in Italia. Ben 10 ettari di superficie nel cuore del Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano in un’area verde piena di faggi secolari dove il divertimento a contatto con la natura la fa da padrone. Una “sfida al moderno” che dice no all’elettrico ma che punta sul gioco, quello puro e semplice, dove grandi e piccoli, sono i veri padroni di sé stessi e si mettono in gioco per superare paure e piccole debolezze. Il tutto in un sistema all’avanguardia dove ci si sente come a casa, in un’atmosfera familiare e gioiosa. Benvenuti a Cerwood, il parco avventura realizzato a Cervarezza, in provincia di Reggio Emilia, nel 2003 da Ivano Coli e sua moglie Loredana, veri precursori per il Bel Paese di un mondo tutto nuovo e divertente.

«L’idea del parco avventura ci è nata grazie ai viaggi che facevamo con i nostri figli per sciare in giro per l’Europa, in Francia abbiamo scoperto il percorso di corde alte, qualcosa che ci ha incuriosito molto – ci ha spiegato Loredana – Così abbiamo preso spunto dai percorsi francesi per poi rifarli nel nostro territorio, specificando però che ogni parco avventura non è mai uguale all’altro. Il nome Cerwood richiama il bosco di Cervarezza, il paese in cui ci troviamo. Un’idea semplice ma acuta nata in famiglia, facile da ricordare, con un suono simile al famoso bosco di Sherwood con il quale abbiamo fatto dei gemellaggi».

Una vera genialata quella proposta da Ivano e dalla sua famiglia, una novità per l’Italia subito ben accolta: «Ci sono voluti due anni per realizzare tutto e aprire il parco, poi è stato un percorso in discesa - ha aggiunto - Abbiamo iniziato con una ditta francese specializzata nella costruzione di parchi avventura, ma al primo ampliamento abbiamo creato una società che costruisce parchi avventura che oltre al parco di Cerwood che fa da pilota per le novità del settore, ha costruito un centinaio di parchi in Italia». Cerwood è nato da un sogno, per cui Ivano e Loredana hanno deciso di rischiare, una sfida che ad oggi si può ritenere vinta.

Nel corso degli anni Cerwood è cresciuto e via via ha ampliato i suoi servizi. L’ingresso al parco è libero e chiunque può entrare per visitarlo, sostare nelle aree pic-nic e fare passeggiate tra i percorsi disegnati.  Le attività proposte, invece, tutte a pagamento. «Sono diversissime tra loro e divise per fasce di età, adatte ai bambini piccolissimi, da 0 a 3 anni, fino ai percorsi sugli alberi per adulti – ci ha spiegato Loredana - Ce ne sono 27, 11 per bambini alti almeno un metro, mentre per chi arriva ad 1 metro e 40 di altezza può accedere anche a quelli da grandi. I percorsi sono divisi per colori, più è scuro e più è difficile perché il percorso diventa impegnativo. Tutti finiscono con una carrucola, la parte più divertente del parco avventura. Ne abbiamo una lunga più di cento metri, e un percorso, quello arancione, fatto tutto di carrucole».

La vastissima offerta di Cerwood si completa con tantissime aree gioco, divise per fasce di età: il castello di legno su due piani all’interno del quale i bambini possono entrare, arrampicarsi e scivolare; un’area cantiere che ospita ponteggi, gru, mattoncini, nastro trasportatore, carriole e casette da costruire; l’area fattoria con animali di legno, trattori e ruspe; la sabbiera con i giochi da sabbia; l’area dei giochi antichi come forza quattro, dama, scacchi giganti, tris e la pista go kart con macchinine di una volta a pedali. E poi Cerwood propone anche “La Grande Rete”, una rete immensa sospesa in aria dove i bambini possono saltare e rotolarsi; un percorso vita; un minigolf a 9 buche; l’area di tiro con l’arco; l’area “The Big Jumps” con parete da arrampicata e due tipi di salti nel vuoto: il Powerfan che simula il lancio del paracadute a 15 metri di altezza e il BAGJUMP®airbag, una piattaforma alta otto metri dalla quale ci si lancia a corpo libero cadendo su un mega materasso. «Lo abbiamo inserito l’anno scorso e ha avuto un successo incredibile - ha aggiunto l’ideatrice del parco - è una sfida adrenalinica di qualche minuto che tutti possono e vogliono provare».


Cerwood ospita, inoltre, Dedalus, Centro di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano, riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna, che grazie ai tre educatori ambientali che vi lavorano ogni anno ospita oltre 6 mila bambini delle scuole per una visita piena di attività didattiche. E poi una serie di sentieri da percorrere nel modo in cui si preferisce: quello degli gnomi è un percorso animato, ideale per i più piccoli che vengono accompagnati dalla fatina o dall’elfo del bosco in un tracciato di attività didattiche e ludiche; quello di caccia al tesoro; di orienteering e infine quello dedicato alle bici. «Cerwood ha un suo centro bike per il noleggio MTB dotato di officina, spogliatoi, docce e bici da scegliere tra e-bike e free ride con le quali muoversi sui nostri 10 percorsi segnalati o attraverso il nuovo giro ad anello che arriva fino al lago Calamone sul Monte Ventasso». Chiude il ricchissimo cerchio di attività proposte l’area team building con diverse sfide da affrontare, compresa la zona “Into the wild” nella quale si può pernottare montando le tende, facendo il fuoco e la grigliata. Presente nell’area anche un bar-ristorante per un soggiorno comodo e completo.

Il parco avventura è aperto da metà aprile al primo di novembre con una zona ticket per poter acquistare i biglietti in loco. In alternativa si possono acquistare online nella sezione dedicata del sito web nella quale si trovano anche dei coupon regalo per chi vuole festeggiare una ricorrenza speciale a Cerwood con tutte le offerte ed i pacchetti ad hoc (disponibili solo online). In tutti i percorsi sugli alberi, grandi e piccoli, vengono accompagnati dallo staff tecnico di istruttori, tutti qualificati ed in possesso del certificato di percorso acrobatico forestale (Paf).

Nel 2019 Cerwood ha chiuso la sua 17esima stagione e per il 2020 Loredana, non nega che ci saranno grandi sviluppi: «Avremo una news importante, ancora mai vista nei parchi avventura – conclude mantenendo il riserbo senza nascondere che – mi immagino il parco sempre più grande e in sinergia con il territorio per offrire dei soggiorni davvero completi. Abbiamo convenzioni con alberghi a 3 stelle e spa all’interno, con campeggi a 4 stelle con bungalow, piscina e centro benessere, residence, pensioni, agriturismi e bed & breakfast. Le attività da fare a Cerwood sono sempre di più e di certo fermarsi un solo giorno non è sufficiente».

Contatti

Parco Avventura Cerwood
Via Santa Lucia delle Fonti, Cervarezza Terme, 42036 Busana (Ventasso) (RE) -Emilia Romagna – Italia
Tel: 3484060500 Loredana
E-mail: info@cerwood.it
Sito web: https://www.cerwood.it
Facebook dove si possono trovare tutte le novità: @cerwood


I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Italia Media.
© Riproduzione riservata.