Sponsorizzato da LOGO Medias Italia

Andrea Khaldi: chi è l’architetto della mente

Fondendo mindfulness, PNL, coaching e Tecniche di Apprendimento Rapido, Andrea Khaldi propone un mentoring a 360° partendo dalla costruzione di un palazzo della memoria.

Andrea Khaldi è un mental coach ma preferisce definirsi “Architetto della Mente”, un’etichetta che – spiega - «è  nata un po’ per caso quando ancora studiavo e ho iniziato a usare tecnica del palazzo della memoria, una serie di luoghi mentali che potessero conservare delle informazioni». Fin da subito capisce le (tante) potenzialità di questo metodo inedito e quella che inizialmente era tecnica “privata” rapidamente si tramuta in un approccio a 360° verso le cose e, quindi, in un metodo di lavoro.


«Il Palazzo della Memoria – continua – non è uno spazio “prefabbricato” ma un ambiente  che si deve progettare anche dal punto di vista estetico perché sono i dettagli architettonici degli spazi che rispecchiano la personalità di ciascuno. Tutto è strutturato come se fosse un percorso, ma un percorso che, qui, diventa concreto appoggiandosi sulle fondamenta (che sono il passato) e trasformandosi talvolta anche in un palazzo completamente nuovo. Proprio attraversando le stanze di questo palazzo, poi, propongo di affrontare il concetto di "costruzione della personalità" attraverso l'utilizzo della Tecnica del Filo Rosso, una tecnica che – proprio come se si trattasse di seguire il famoso “bandolo della matassa” - aiuta chi lo intraprende ad immaginarsi nel futuro e a ordinare, letteralmente,  tutti i fili per arrivare nel punto in cui desidera vedersi».


Il principio su cui si basano i percorsi proposti da Andrea Khaldi fondono il metodo mindfulness con la PNL, il coaching e le Tecniche di Apprendimento Rapido. L’obiettivo? Sviluppare la disciplina.  «La disciplina - conferma – è oggi una risorsa necessaria e, per questo, non lavoro “a pacchetti di sessione” ma invito i miei clienti ad assumermi per un certo periodo, un lasso di tempo nel quale siamo sempre in contatto e stabiliamo una sinergia ininterrotta dove anche il fatto più semplice diventa uno stimolo per crescere grazie ai materiali che preparo su misura per ciascuno e ai compiti che assegno».


Foto

Un percorso, insomma, decisamente tailor made nel quale il coaching diventa un mentoring a 360°. «Sfruttando al massimo le tante possibilità del digitale – continua – propongo percorsi di due generi, uno di personal life coaching (one-to-one) e uno per aziende e scuole. La differenza sostanziale tra l’uno e l’altro è l’utilizzo di filtri sensoriali diversi ma lo scopo è sempre lo stesso: intervenendo su comportamenti e abitudini, affianco chi mi sceglie nel suo percorso di trasformazione per diventare la persona che può e vuole essere». Un percorso, insomma, che – data la sua estrema adattabilità - si rivolge a chiunque si trovi di fronte ad un ostacolo che vuole superare.


Obiettivi per il futuro? «Sto lavorando a un modello comportamentale di mindfulness scientifica – conclude – costruendo, su misura per ciascuno, strumenti di gestione emotiva facili da utilizzare per sganciarsi dal passato (che troppo spesso condiziona le nostre azioni di ogni giorno) e affrontare il presente e il futuro nel miglior modo possibile».


Provare per credere!


Contatti

- Andrea Khaldi
- Via Pascoli 52, Cassino, FR
- Telefono: 340 7416845
- E-mail: info@andreakhaldi.it


Sponsorizzato da LOGO Medias Italia