Sluurpy, sfogliare i menù con un semplice click

  • 19 12 2018

Una start up bolognese ideata nel 2013 da Simone Giovannini, unica nel mondo, a proporre circa 40 mila menù originali di ristoranti e take away in oltre mille città italiane. E per ogni locale un voto oggettivo generato da un algoritmo che tiene conto di ben 60 parametri

Vorresti ordinare la tua pizza preferita ma non hai con te il volantino? O magari prima di cenare in un ristorante consultare il menù con i prezzi senza rischiare di avere sorprese dell’ultimo minuto? Missione impossibile? Certamente no! Ci pensa Sluurpy, la piattaforma, creata nel 2013 da una start-up bolognese guidata da Simone Giovannini, che ci dà una mano a districarci nel gustoso mondo del food e del beverage italiano.

Un’idea, quella di Simone, nata quasi per caso, una sera d’estate in compagnia di un amico, quando «in cerca di una pizza particolare da asporto nella pizzeria dove ordinavamo di solito - ha raccontato - non ricordavo il nome e non avevo con me il volantino». Da qui l’idea di portare i menù sul web costruendo una piattaforma che permettesse di consultarli con un semplice click.

E' iniziata così, con la collaborazione degli studenti universitari di Bologna, la raccolta fisica dei menù e dei volantini dei take away delle principali città italiane. «Siamo partiti con 3 mila menù e siamo andati online» ha spiegato Simone che in brevissimo tempo ha visto crescere la sua start up che si è arricchita, potenziata e qualificata ospitando oggi ben 40 mila menù tra ristoranti e take-away presenti in mille città italiane. Si perché gli utenti hanno risposto benissimo a Sluurpy e sono stati proprio loro a chiedere un’integrazione del servizio proponendo l’inserimento dei ristoranti. «La richiesta è stata molto precisa - ha spiegato l’ideatore della start up - quando vado in un ristorante voglio sapere cosa si mangia e quanto si spende, perché mi fido relativamente poco delle recensioni che a volte non sono oggettive».

1 di 4
2 di 4
3 di 4
4 di 4

Un funzionamento semplice ed intuitivo quello di Sluurpy che permette di scegliere il nome del ristorante o la città in cui ci si trova e sfogliare il menù completo, con pietanze e rispettivi prezzi, di uno o più locali. Una proposta non solo unica in Italia ma addirittura nel mondo: «Siamo gli unici ad avere i menù originali, quelli fisici che il cliente trova nel locale che tramite la nostra piattaforma può mostrare la sua copertina. Fino ad ora non abbiamo trovato nessun altro sul pianeta - ha precisato Simone - che proponga come noi i menù originali».

Ma Sluurpy non è solo una vetrina che riduce le distanze tra utenti e brand, ma aiuta anche a scegliere il ristorante migliore in maniera oggettiva, e non tramite la solita somma di giudizi dati dagli utenti, ma proponendo per ogni realtà un voto in centesimi che tiene conto di ben 60 parametri. «Abbiamo creato un algoritmo che analizza tutte le recensioni disponibili sul web - ci ha spiegato il founder - dai siti, alle piattaforme, ai social e tutte le certificazioni concesse dalle guide gastronomiche. Un unico voto dunque parametrato sull’importanza delle certificazioni e delle recensioni ricevute, una sorta di media ponderata dove il risultato di alto livello vale sicuramente di più».

Oggettività, unicità e la non messa in competizione con altri portali rendono Sluurpy una realtà unica nel suo genere che in pochi anni ha saputo ritagliarsi, sul web, una nicchia di mercato ben precisa sapendo rispondere ad un’esigenza pratica e quotidiana a cui mai nessuno aveva pensato. E gli italiani hanno apprezzato fin da subito la start up bolognese: circa l’80% degli utenti che arrivano su Sluurpy, sfoglia un menù, e se decide di ordinare o consultare altre recensioni può farlo senza problemi. La piattaforma, infatti, reindirizza sugli altri siti specifici per poter, ad esempio, ordinare online: «Siamo visti come punto di riferimento per sfogliare il menù - ha detto Simone - con la grossa differenza rispetto agli altri portali che parlano solo dei ristoranti che noi abbiamo come partner».

Ma i progetti per Sluurpy non sono ancora conclusi. In cantiere due nuove idee «abbastanza importanti» per il founder: creare delle schede dei locali sempre più dettagliate ed utili all’utente per la scelta del ristorante «perché vogliamo puntare sull’importanza del dettaglio e della precisione delle informazioni per dare una risposta sempre più oggettiva - ha concluso - È in questa direzione che vogliamo fare la differenza». Ed infine, inserire sulla piattaforma le interazioni social e «targettizzare il pubblico affinché ci possa dire qual è il ristorante migliore svincolandolo dalle opinioni personali».

Contatti

Sluurpy Srl
Via del fonditore 16/a 40138 Bologna
E-mail: info@sluurpy.it
Sito web: www.sluurpy.it

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Italia Media
© Riproduzione riservata.