Sponsorizzato da LOGO Medias Italia

MED Experience, in Sardegna nel segno della sostenibilità

Valorizzazione del territorio e promozione turistica green guidano il lavoro della cooperativa Gea Ambiente e Turismo che tra Capoterra, isola di Sant’Antioco e Setzu accompagna gli ospiti in un’esperienza sensoriale alla scoperta di luoghi, tradizioni e persone in un percorso di sensibilizzazione ambientale. 

Conoscere e apprezzare la Sardegna, e in particolare il Sulcis, attraverso la riscoperta del territorio in maniera sana e reale, con esperienze autentiche ed itinerari sostenibili, legati dal filo che intreccia il green e lo slow. Scoprire i luoghi ed i segreti di un’isola condividendo emozioni, sperimentando nuove abitudini e stili di vita, per essere più consapevoli, divertendosi. Questa la mission della cooperativa Gea Ambiente e Turismo, nata nel 2012 dall’unione di due società sarde.

Gea Ambiente e Turismo è composta da un gruppo di professionisti tra i quali esperti di marketing, biologi, agronomi, chimici, addetti all’amministrazione e alla logistica che, in maniera trasversale, lavorano in sinergia per una promozione turistica sostenibile, donando maggiore fruibilità ad alcune delle zone tra le più belle della Sardegna grazie a tre centri di educazione ambientale posizionati tra l’isola di Sant’Antioco, Capoterra e Setzu. «Abbiamo deciso di camminare insieme perché ci siamo resi conto che avevamo dei modelli di organizzazione e di vedute molto vicini - ci ha spiegato Alessandra Tore - Lo stare insieme ha favorito e migliorato la circolarità delle idee creando delle sinergie tali che ci hanno permesso di raggiungere risultati e obiettivi molto importanti, dando lavoro alle persone che fanno parte di questo progetto e attuando, nello stesso tempo, azioni di sensibilizzazione, formazione e valorizzazione del territorio».

Tutti i progetti e le iniziative promosse da Gea Ambiente e Turismo puntano alla promozione di buone pratiche volte a favorire una visione più consapevole del futuro, fatta da cittadini attivi, attenti alla sostenibilità e alla valorizzazione del bene comune. Tutto questo è racchiuso in un percorso sensoriale ed esperenziale denominato MED Experience, finanziato dal Bando Culture LAB grazie al POR FESR Sardegna 2014-2020. «Con MED Experience i turisti possono vivere una vacanza nel territorio di Sant’Antioco e della Sardegna in maniera sostenibile - ha specificato Alessandra - Stare con noi significa fare il pieno di esperienze sensoriali ed essere coinvolto in mille attività, più emozionanti di un film o di una spa, significa conoscersi e fare amicizia, scoprire nuovi luoghi, vivendo una vacanza fatta di sensi e valori condivisi, quelli che passano attraverso il  rispetto e la cura dell’ambiente, la cultura, la socializzazione, i sapori e le pietanze genuine e a chilometro zero».

Foto

Questo il mood che accompagna l’esperienza unica ed intensa da vivere insieme a MED Experience tra Capoterra e la sua laguna di Santa Gilla, Seztu ed i cavallini della Giara e l’isola di Sant’Antioco dove la cooperativa Gea Ambiente e Turismo gestisce il MuMA Hostel e il Museo del mare e dei maestri d’ascia, un luogo dove accoglienza e cultura si fondono insieme raccontando all’ospite il territorio nella sua totalità. «Oggi il Museo è il nostro elemento di forza - ha detto Alessandra - lì, infatti, si trova l’area ricevimento cosicché le persone respirano da subito aria di cultura».

Un’esperienza di vacanza assolutamente diversa dagli standard, quella offerta da MED Experience, che introduce i suoi ospiti alla visita del museo per poi entrare nel vivo del MuMA Hostel, aperto da aprile ad ottobre e composto da 32 camere con bagno privato per un totale di 87 posti letto, tra soluzioni doppie, triple e quadruple, alcune delle quali con affaccio sul mare. Il MuMA, inoltre, si fregia della certificazione Ecolabel, il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea che contrassegna tutti quei prodotti e servizi con prestazioni che rispettano una serie di rigidi criteri di risparmio idrico, energetico e d’impatto ambientale.

Oltre al pernottamento, il MuMA propone una ricca colazione internazionale, dolce e salata, a chilometro zero, secondo lo spirito MED. I fornitori, tutti della zona, sono stati accuratamente selezionati, per portare in tavola solo prodotti locali: marmellata, yogurt, frutta, pane, ricotta e pecorino sono del territorio ed i dolci sono fatti rigorosamente in casa. Il tutto in una grande sala con tavoli spaziosi dove conoscersi e fare amicizia e, per gli amanti della lettura, ampi spazi con tanti libri. Nella struttura anche un piccolo shop con i prodotti del territorio utilizzati nella struttura e oggetti fatti a mano da piccoli artigiani locali, creati con materiali di riciclo, come gli scarti delle barche abbandonate sul mare. Durate il giorno, infine, un tuffo nell’universo del Sulcis alla scoperta dei suoi gioielli naturali e monumenti storici e archeologici. MED Experience organizza delle vere e proprie esperienze sensoriali per una full immersion in una terra antichissima con bici a disposizione dei clienti e visite guidate alle saline di Sant’Antioco.

Questo in pillole il gusto e il sapore controcorrente di una vacanza targata MED Experience che conduce i turisti in un territorio che viene toccato con mano e vissuto minuto per minuto attraverso i suoi abitanti, le sue storie, i suoi luoghi ed i modi di fare e vivere che solcano la linea della sostenibilità nella quale la tv e i più alti componenti di hardware non contano ma valgono le esperienze, le persone e le gioie che alcuni luoghi sanno regalare nel loro essere semplicemente fantastici. Il MuMA è anche un centro di educazione ambientale attraverso il quale, grazie ad escursioni, laboratori, percorsi educativi e campi scuola scientifici, passa la formazione e l’educazione alla sostenibilità dei più giovani

Tanti i progetti in cantiere per MED Experience. Tra gli altri, a breve, grazie ad un progetto INTERREG, a Capoterra nascerà il primo museo della Laguna in Sardegna (a Casa Spadaccino) e da giugno partiranno le giornate dedicate a In equilibrio sul mare, un progetto FLAG per la valorizzazione dei prodotti ittici e della pesca sostenibile. Al suo interno l’iniziativa La Carovana del Mare che sarà presente il 1° di agosto a Sant'Antioco e il 29 giugno nell'isola di San Pietro per far conoscere la qualità del mare e del pescato sardo, per continuare fino a settembre coinvolgendo tutte le scuole superiori della Regione del Sulcis.

Contatti

MuMA Hostel
Lungomare Colombo 25 09017 Sant'Antioco (CI)
Tel: +39 0781 840070
E-mail: info@mumahostel.it
Sito web: www.mumahostel.it

Sponsorizzato da LOGO Medias Italia