Hotel Gabbiano, ospitalità e gusto nel cuore delle Tremiti

  • 20 05 2019

Sull’isola di San Domino, fin dagli anni Settanta, l’albergo della famiglia Napolitano accoglie i suoi ospiti in un’atmosfera tra sogno e realtà in un fil rouge che intreccia i gusti ed i sapori autentici del suo ristorante, il relax e il benessere della sua spa ed il comfort e l’eleganza dei suoi spazi

Nel cuore delle isole Tremiti, a metà tra terra e mare al largo del Gargano e nell’omonima riserva naturale, sorge l’Hotel Gabbiano che dagli anni Settanta, sull’isola di San Domino, accoglie i suoi ospiti in una struttura ricettiva che ha fatto della conduzione familiare il fulcro della sua accoglienza. «Nel 1973 i miei genitori, davvero lungimiranti, hanno costruito e aperto l’albergo - ha spiegato Marco Napolitano che oggi gestisce l’albergo insieme a sua sorella Luana - Tutto è iniziato nel periodo in cui l’isola si votava al turismo, abbiamo lavorato sodo e negli anni siamo cresciuti, senza mai abbandonare la nostra tradizione familiare». Insieme a Marco e Luana lavorano anche il marito Gennaro ed i loro figli e nipoti Oriana, Stefania e Guido.

Una posizione invidiabile con affaccio in prima fila sul panorama dell’isola di San Nicola che ospita il centro storico dell’arcipelago, la qualità dei servizi e la cura maniacale con cui viene coccolato l’ospite, hanno fatto dell’Hotel Gabbiano uno dei punti di riferimento delle vacanze alle Tremiti e in particolar modo a San Domino. In zona panoramica sopra Cala Matano, in un posto da sogno dove il mare è cristallino e le spiagge caraibiche, Marco e Luana portano avanti, con attenzione e dedizione, l’eredità dei genitori in un ambiente dove l’atmosfera familiare si fonde con l’accoglienza, la cortesia e l’attenzione ai dettagli.

L’Hotel, che vanta una storia quasi cinquantennale, negli anni è cresciuto, si è evoluto e ampliato. Oggi dispone di 19 camere ospitate nel corpo centrale dell’albergo e 18 nella dependance, corpo secondario composto da una serie di villette che si affiancano alla struttura originaria. Soluzione ideale per gli ospiti che cercano un soggiorno tranquillo e indipendente. Tutte le stanze sono di recente ristrutturazione, alcune con vista mare e affaccio meraviglioso sull’isola di San Nicola, altre invece con affaccio sul giardino e a piano terra. Insonorizzate, sono dotate dei principali comfort come televisore a schermo piatto, wi-fi, frigo bar, cassaforte, telefono, aria condizionata e riscaldamento. Adatte per vari tipi di sistemazioni, propongono anche la soluzione family.

Fiore all’occhiello del Gabbiano è il suo ristorante che porta in tavola solo piatti preparati con materie prime di alta qualità e pesce fresco, appena pescato sull’isola dalla loro barca. «Se si vuol mangiare bene ed in un posto carino bisogna venire al Gabbiano - ha detto Marco - Prepariamo tutto al momento e non abbiamo nulla di pronto». Diversi i piatti intramontabili che sono diventati dei veri cavalli di battaglia. Tra questi il crostino mare con i frutti di mare, il tris di tartare, i troccoli, pasta tipica del Foggiano, al “Gabbiamo mare” e gli spaghetti con i ricci di mare, passando per la zuppa di pesce che è un vero must per il ristorante e tutto il pescato di scoglio dell’isola come il sarago, il dentice, l’orata e lo scorfano, ottimo preparato al forno, alla brace o in guazzetto. «I dolci, inoltre, dalla colazione ai dessert - ha aggiunto il proprietario - sono fatti tutti rigorosamente in casa dal nostro pasticcere». Il ristorante è aperto a tutti, sia agli esterni che agli ospiti della struttura tremitese che possono scegliere tra la soluzione bed & breakfast abbinando un menù alla carta oppure la pensione completa

Nel 2013 l’Hotel Il Gabbiano si è arricchito di un angolo relax d’eccezione, la Coco Mama Spa. Un centro benessere aperto a tutti con zona relax, piscina con idromassaggio, sauna, bagno turco e cabine per i massaggi. «Nel corpo centrale della struttura abbiamo realizzato un piccolo centro benessere recuperato da un ambiente interno in disuso prima destinato alle riunioni – ha aggiunto Marco – È un po’ una chicca che ci siamo concessi per offrire ai nostri ospiti un’atmosfera e un luogo rigenerante, una soluzione molto apprezzata e frequentata anche d’estate perché volentieri i turisti, tornati dal mare, dedicano un po’ di tempo al relax facendo un massaggio, un trattamento estetico o un percorso benessere».

Nel 2010, inoltre, Marco e la sua famiglia hanno ristrutturato, sull’Isola di San Nicola, la casa paterna realizzando il bed and breakfast “La casa di Gino”. Una struttura piccola ma confortevole, composta da sette camere curate tutte nei minimi dettagli, con un’attenta ricerca dei materiali. «Abbiamo creato una soluzione di nicchia offrendo i comfort di un albergo per un soggiorno in totale relax – ha specificato Marco – perché anche se il b&b è un corpo a sé rispetto all’albergo abbiamo voluto fare le cose per bene, rispettando il percorso di qualità che abbiamo costruito in questi anni con la mia famiglia».

Queste le carte vincenti dell’Hotel Gabbiano che nonostante il tempo e le evoluzioni, continua a lavorare con lo stesso entusiasmo e passione di sempre, quelli che Marco e Luana hanno imparato dai loro genitori e che oggi trasmettono ai nipoti e ai figli, nuove leve e fautori di un moderno percorso, quello della terza generazione dei Napolitano con idee fresche e rigeneranti. «Il turismo è in evoluzione, una volta già nei mesi invernali arrivavano le lettere dei clienti per prenotare le vacanze, oggi non è più così ed è tutto last minute ma ciò non ci toglie la voglia di andare avanti, crescere e migliorare - ha concluso Marco - In pentola ci sono diverse idee che vorremmo realizzare per offrire ai nostri ospiti nuovi servizi e spazi ricreativi per una soluzione di accoglienza che sia sempre più ricercata e confortevole».

Contatti

Hotel Gabbiano
Via Garibaldi 5 71051 Isole Tremiti (Puglia – Italy)
Tel: +39 0882 463410
Fax: +39 0882 463428
E-mail: info@hotel-gabbiano.com
Sito web: http://www.hotel-gabbiano.com

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Italia Media.
© Riproduzione riservata.